Wine Terroir Import, le novità in catalogo distribuzione vini 2023

Dieci nuovi produttori in catalogo distribuzione vini, e numerose conferme per il 2023 di Wine Terroir Import. Non mancano le sorprese da fuori Francia: quest'anno la selezione si allarga anche a Spagna e Germania.

0
57
novità catalogo 2023 wine terroir import distribuzione vini

Dieci nuovi produttori in catalogo distribuzione vini, e numerose conferme per il 2023 di Wine Terroir Import. Non mancano le sorprese da fuori Francia: quest’anno la selezione si allarga anche a Spagna e Germania.

Per l’azienda di distribuzione Wine Terroir Import il 2022 si è concluso all’insegna della ricerca e della selezione di nuovi territori e nuove realtà da inserire in distribuzione vini. Il tutto mentre si è assistito, a livello Italia, ad una serie di crisi inflazionistica che in pochi definiranno lieve, con tutti le problematiche del caso lungo la filiera dei consumi del fuori casa. Interpellato dalla redazione, infatti, il titolare dell’azienda Jose David Ramirez non si lascia a mezzi termini: “nel 2022 la sfida è stata quella di mantenere quella coerenza di filosofia e approccio al vino che ci eravamo imposti quando abbiamo aperto l’azienda: non è stato facile, le contingenze esterne e le pressioni erano molte, ma ci siamo impegnati al massimo per arrivare al 2023 con una proposta seria e di valore. E penso proprio che ci siamo riusciti.”

Wine Terroir Import, novità e conferme per il 2023

Si delinea così il fil rouge che l’azienda si è autoimposta nel selezionare i vini e i vignaioli per la distribuzione Italia, e che non manca mai di sottolineare quando parla del proprio Manifesto. Una filosofia che si basa principalmente su tre pilastri, come il brand ci tiene a rimarcare: territorio, cultura, rispetto. Ed è così che si arriva finalmente al progetto per il 2023, un anno in cui, raccolti i frutti della ricerca, viene proposto un catalogo distribuzione vini aggiornato e più strutturato, con ben 10 nuovi produttori di vino in selezione: piccoli e medi vignaioli, concentrati sulla qualità e sul rispetto del territorio e della cultura in cui vivono. Ma anche varie conferme, come sottolineano i vertici aziendali, alcune delle quali erano già passate sotto i riflettori di FoodPress: gli Champagne della Maison Huiban, per esempio, oppure i vini di Chablis di Domaine Christophe.

Ecco quindi svelati in anteprima i nuovi produttori vignaioli, per la maggior parte proprio Vigneron Independant, che entrano a far parte della selezione Wine Terroir Import per la distribuzione vini riservata Horeca Italia 2023.

FRANCIA

– Champagne Pehu-Guiardel – Les Riceys, Aube/Cote des Bar – Recoltant-Manipulant

– Champagne Faucheron-Gavroy – Tours-Sur-Marne, Montagne de Reims – Recoltant-Manipulant

– Champagne Arnaud Beaufort – Trepail, Montagne de Reims – Recoltant-Manipulant

– Domaine Orion – Chablis – Vigneronne

– Domaine Olivier Morin – Chitry, tra Auxerre e Chablis – Vigneron

– Domaine de Beauregard – Cote de Couchois, tra Cote de Beaune e Cote Chalonnaise – Vignerons

– Benoit Montel – Cotes d’Auvergne, in bassa Loira vulcanica – Vigneron

– Roger Pabiot – Tracy-sur-Loire, Pouilly Fumé – Vigneronne

GERMANIA

– Weingut Dr. Wehrheim – Birkweiler, Pfalz (Palatinato)

SPAGNA

– Bodega Avinyo – Penedes, Barcellona, CAVA

Il catalogo distribuzione vini di Wine Terroir Import è riservato agli operatori Horeca, e si può richiedere direttamente dal sito dell’azienda cliccando a questo link.