Caffè, che passione!

0
1674

Con la canicola estiva rifuggite le bevande calde ma la sola idea di rinunciare al caffè vi preoccupa? Per fortuna la nostra dose giornaliera di caffeina è ottima anche consumata fredda! Magari non sostituirá l’espresso del mattino ma pomeriggio e sera potete provare queste varianti della vostra amata bevanda

In casa potete semplicemente farvi un paio di moke, zuccherare e diluire (con acqua) a piacere, e conservare in frigo.

Al bar potete chiedere un caffè shakerato, anche qui ingredienti basici: caffè, ghiaccio, zucchero liquido e/o vaniglia (o qualcosa di alcolico – liquore alla vaniglia, crema di whisky), una bella shakerata ed è servito!

Se volete qualcosa di piú spumoso ed omogeneo, invece dello shaker usate il frullatore, avrete un risultato simile al sorbetto.

Alcune mie amiche si fanno servire l’espresso con un cubetto di ghiaccio nella tazzina (pare lo abbiano in Grecia e che sia rimasto un loro must per l’estate). Senza espatriare, peró, anche in Salento potete trovare questa variante: espresso bollente zuccherato oppure no, versato in una tazza di vetro colma di ghiaccio. Per fare i veri salentini, si aggiunge un filo di latte di mandorla. Da consumare in fretta prima che si annacqui eccessivamente.

Dopo il Salento, ci spostiamo in Costiera Amalfitana per gustare il caffè granito, un espresso mantenuto a una temperatura che induca il congelamento e contemporaneamente continuando ad agitarlo per evitare la solidificazione. Si presenta semi liquido e con abbondanti cristalli di ghiaccio.

Se preferite le Isole, in Sicilia Orientale troverete il mezzo freddo: caffè espresso raffreddato lentamente e mantenuto a bassa temperatura fino a quando non viene unito a granita di caffè. Si beve nel bicchiere utilizzato per servire l’amaro, viene completato con un tocco di panna montata dolce, se volete un mezzo freddo macchiato.

Se siete esterofili provate il caffè Vietnamita, se volete prepararlo in casa potrete usare la

vecchia caffettiera napoletana (in assenza, va bene anche la moka)., versate due dita di latte condensato in un bicchiere, aggiungere il caffè, mescolare per bene e poi completare con qualche cubetto di ghiaccio. Se avete programmato un viaggio in Vietnam e non volete rinunciare al caffè sappiate che lá si è soliti bere caffè freddo in due versioni: il Cà Phê Đen đá, ottenuto dal percolamento del caffè con l’aggiunta di qualche cubetto di ghiaccio alla fine, e il Cà phê sữa đá, un caffè freddo macchiato con latte condensato. Il caffè viene filtrato in una tazza con dentro il latte, si mescolano i due liquidi e si versa il tutto in un bicchiere alto pieno di ghiaccio.

Insomma, con un po’ di fantasia potrete godere della vostra dose di caffeina anche in piena estate!