Come scegliere le migliori padelle per friggere?

0
295
padella-fritto

La frittura è in assoluto uno dei tipi di cottura più gustosi in cucina. I cibi, dal pesce alla carne fino alle verdure ed alle patatine, assumono una consistenza croccante e dorata alla quale è impossibile resistere. La frittura allo stesso tempo è però una cottura piuttosto pesante, quindi è importante scegliere la giusta padella per friggere. Uno degli aspetti più importanti da considerare è il materiale, poiché non tutti sono adatti per una cottura come la frittura. La padella deve scaldarsi in modo uniforme e veloce, garantendo la distribuzione omogenea del calore. Non a caso si utilizzano generalmente materiali che sono buoni conduttori di calore, come acciaio, alluminio e rame, in grado di resistere alle alte temperature. Tra i materiali più moderni, caratterizzati da un rivestimento antiaderente, troviamo il teflon e la ceramica. L’anti-aderenza è una qualità molto importante poiché impedisce che il cibo si attacchi, preservandone la qualità e rendendo più facile la pulizia. Diamo uno sguardo ai materiali più gettonati per una frittura a 5 stelle!

Padelle in rame

Le padelle in rame per friggere stanno ritornando prepotentemente in auge in questi ultimi tempi. Fino a poco tempo fa erano “snobbate” per i costi piuttosto alti, ma oggi i prezzi si sono decisamente calmierati. Si scaldano in poco tempo e mantengono il calore uniforme e omogeneo, garantendo una cottura ottimale a ogni cibo senza graffiarsi. Alcuni modelli hanno una forma quadrata e sono dotati di cestello, ideale per le fritture. La scelta perfetta per ambientazioni rustiche e un po’ vintage.

Padelle in alluminio

Anche le padelle in alluminio sono preziose alleate in cucina per chi punta a una frittura sana e croccante. L’alluminio è uno dei migliori conduttori di calore, non a caso viene utilizzato spesso per la realizzazione di fondi di diverse padelle. Inoltre è un materiale molto leggero e maneggevole, quindi è possibile cucinare senza eccessivi sforzi e riducendo ogni pericolo che si cela in cucina. Per migliorare le prestazioni l’alluminio spesso viene anche rivestito con materiale anti-aderente, evitando che il cibo si attacchi al fondo.

Le padelle anti-aderenti

Altrettanto gettonate sono le padelle anti-aderenti, che risultano facili da pulire, non bruciano il cibo e consentono di ridurre i grassi, a partire dall’olio. Tra le migliori padelle anti-aderenti ci sono quelle con rivestimento ceramico, in grado di resistere senza alcun problema a temperature elevate fino a 400°! La frittura risulterà croccante e saporita. Tra queste padelle si possono menzionare anche quelle con rivestimento in pietra, che garantiscono una cottura sana e salutare, e le padelle con rivestimento anti-aderente vario che forniscono prestazioni diverse a seconda del brand. Queste particolari padelle richiedono però un’attenzione maggiore in fase di manutenzione. Non devono essere graffiate, altrimenti possono perdere la loro peculiare caratteristica di anti-aderenza. Bastano piccoli accorgimenti, come utilizzare prodotti specifici per la pulizia ed evitare mestoli metallici, raschietti o spugne abrasive che rischiano di graffiare il fondo. Il mercato offre una serie di soluzioni molto variegate, basta scegliere il modello più indicato ai propri gusti culinari e in grado di intonarsi con il resto della cucina per un design armonioso. Sul sito web Spadellami.it è possibile acquistare diverse tipologie di pentole, scegliendo tra i vari materiali e le marche più prestigiose, ma è anche possibile trovare molte informazioni sulle differenze tra le diverse pentole e i consigli per un corretto utilizzo.