Il Nord Europa si scalda per il vino sardo!

0
1697

 

È un’azienda Veronese quella che ha scommesso, e vinto, sui vini sardi portandoli nel Nord Europa!

Enolitalia, azienda vinicola con sede a Calmasino di Bardolino, in provincia di Verona, ha dedicato due etichette alla splendida isola italiana: “Passo Antico” e “Passo Sardo”.

“Passo Antico” è un assemblaggio di vitigni autoctoni, quale Cannonau con Carignano e Bovale Sardo: coltivati in vigneti non distanti dall’aera dei ritrovamenti archeologici.

Questo vino ha conquistato la Germania che gli ha riconosciuto 2 medaglie d’oro ai concorsi internazionali Berliner WeinTrophy 2016 e Mundus Vini 2016.

L’altra etichetta, “Passo Sardo”, un vino rosso IGT Isola dei Nuraghi caratterizzato da una etichetta d’autore squisitamente made in Italy, firmata dall’illustratore Roberto Ghioni e dalla graphic designer Cristina Vannini Parenti, in soli 5 mesi si è affermato, invece, nel mercato svedese.

L’Azienda Enolitalia, che ogni anno esporta nel mondo 90 milioni di bottiglie, ha sempre puntato sulla Sardegna per rappresentare il vino italiano, avendo una decennale esperienza dell’alta e costante qualità del vino sardo. In questo caso le etichette sono nate per celebrare il recente ritrovamento archeologico dell’Università di Cagliari che, esaminando i frammenti di una vasca da torchio ritrovata a Monastir, nel cagliaritano, ha potuto stabile che la produzione di vino in terra sarda risale a oltre 3000 anni fa.

Questa scoperta significa che non furono dunque i Fenici a portare la viticoltura in Italia, ma essa era già praticata dall’antica e misteriosa popolazione dei Nuraghi in Sardegna.