Puro: lo spumante da stappare in acqua a testa in giú!

0
646

Siete appassionati di Spumanti Metodo Classico ma volete qualcosa di particolare da offrire agli amici? Provate “Puro” (anche nella versione rosé) della cantina Movia, azienda agricola dal 1820, nella slovena Dobrovo, a due passi dal confine italiano.

Questa etichetta è nata dal lavoro di Mirko e Ales Kristancic: Agricoltori, Artigiani e Artisti.
I loro vini sono espressione speciale di un territorio, raccontato attraverso passaggi produttivi che, di fatto, ne anticipano lo stile: lieviti autoctoni, lunghe macerazioni, affinamento sulle fecce, zero filtrazioni e nessuna chiarifica.
Il vino base è “confezionato” secondo lo stile aziendale e maturato in legno per 4 anni. Dopo l’imbottigliamento viene indotta la rifermentazione con l’aggiunta di mosto fresco. Il vino non viene mai “sboccato” – per 30 mesi -, pertanto al suo interno rimangono dei lieviti vivi, che continuano a muoversi e a lavorare creando un’espressivitá unica e in continua evoluzione. Ovviamente il vino deve essere conservato a testa in giú, infatti Movia fornisce insieme al vino dei cilindri in cartone che permettono di conservare lo spumante nella giusta posizione cosí che, dopo due o tre settimane, tutti i depositi presenti all’interno della bottiglia confluiranno verso il collo e sarà più semplice eliminarli.

Ed eccoci a ció che stupirá i vostri ospiti: l’apertura della bottiglia!
Puro deve essere aperto in acqua e a testa in giú! Dovrete immergere il collo della bottiglia in acqua (un cestello da ghiaccio calza a pennello), tolto il tappo in sughero, la pressione del vino farà fuoriuscire il “tappo” di lieviti accumulati in precedenza. Questa operazione è l’unica che vi consentirá di avere un vino “pulito”, sempre che abbiate la mano abbastanza ferma da non perdere il prodotto nell’acqua insieme al tappo di lieviti!

Guarda il video di Ansa.it