Spirulina, un’alga dai mille benefici.

Il food del futuro

0
727

Il nome simpatico di questa alga, Spirulina, suscita tanta curiosità.
Da qualche anno sono in commercio prodotti alimentari a base di spirulina, dal pane alla pasta alla bevanda tipo caffè o sotto forma di integratore. Ma cosa è di preciso la spirulina, tanto da essere definita il cibo del futuro?

La spirulina (Arthrospira platensis) vive nel nostro pianeta da più di 3 miliardi e mezzo di anni ed è una microalga unicellulare a forma di spirale di colore verde blu (erroneamente classificata come alga azzurra) che si riproduce grazie alla fotosintesi clorofilliana, come le piante. Prospera in acqua dolce ed è priva di Iodio, quindi indicata anche per coloro che hanno problemi alla tiroide.

Cresce spontaneamente nel lago Ciad, in Africa ed in sud America.
Gli Aztechi la estraevano dai laghi della valle di Anahuacusata e la definirono Il Cibo degli Dei.
In Africa, da secoli, le gestanti migrano verso il laghi dove prolifera spontaneamente, per garantire un cibo completo al feto.

Dal 2010 si coltiva anche in Italia.

Si tratta di un alimento nutraceutico, vegetale al 100%, tra i più completi e bilanciati esistenti in natura, già definita dall’ONU come miglior fonte alternativa alimentare del futuro.

La spirulina unisce infatti all’altissimo contenuto proteico (vanta il 70% di proteine) a un’eccezionale concentrazione di Vitamine (complesse B, D, E, K), Minerali (Calcio, Magnesio, Ferro, Potassio, Zinco, Rame, Manganese, Cromo, Selenio), 8 Aminoacidi essenziali e Betacarotene. Acidi grassi essenziali mono e polinsaturi, con prevalenza degli omega-6 rispetto agli omega-3 e con elevate quantità di acido gamma linolenico.

La spirulina è un antiossidante, rinforza il sistema immunitario, combatte l’anemia, depura e disintossica l’organismo perché cattura i metalli pesanti, ideale per vegani, vegetariani e celiaci, aumenta la resistenza fisica e lo sviluppo muscolare grazie alla leucina, isoleucina e valina.

Aiuta la concentrazione intellettuale, ha effetti benefici sull’integrità̀ della pelle e dei capelli, utile per convalescenze post operatorie, momenti di inteso lavoro e studio, dà senso di sazietà e quindi ideale per le diete dimagranti, grazie alla presenza di fenilalanina.

Dopo aver visto quanti benefici apporta questa alga, come si può utilizzare al meglio questo alimento?

Innanzitutto è da dire che la dose consigliata giornaliera è di 10 g, ha un sapore forte e si presenta come una polvere verde finissima. Per assumerla bisogna sciogliere la polvere di spirulina con altri alimenti, il modo migliore per assumerla è al naturale, per far si che si possano assorbire al meglio sostanze nutritive, quindi è preferibile evitare di unire la spirulina ai cibi cotti o in cottura.

La polvere di spirulina può essere unita a succhi di frutta, yogurt, frullati di frutta e verdura o per la preparazione di bevande energetiche per gli sportivi.


Particolari controindicazioni riguardano quelli di tutte le alghe in genere e di un loro sovradosaggio, come collaterali costituiti da vomito, nausea, stitichezza e febbre.

Come sempre a me piace sperimentare, ma devo dire che in questo caso mi sono fatta trascinare da queste stupende “Smoothie bowl” alla spirulina, ricette di frutta, verdura, yogurt e tant’altro.
Ecco di seguito un suggerimento facile, veloce e gustoso con questa alga miracolosa.

smoothie bowl spirulina

Ricetta:

Banana yogurt e spirulina

1 banana + ½ per decorare
120 g di yogurt di soia
1 cucchiaio sciroppo di agave (opzionale)
1 cucchiaino di polvere di alga spirulina
Frutta fresca, frutta secca o disidratata, semi a piacere

Procedimento:

frullare insieme la banana, lo yogurt, lo sciroppo d’agave e l’alga spirulina. Versare tutto in una ciotola e decorare a piacere con frutta fresca, frutta secca o disidratata.

smoothie bowl spirulina

Consiglio di aggiungere pochi grammi per volta di alga, per abituare il vostro palato a nuovi gusti. Ma vale per tutti, sbizzarritevi con ciò che avete e create altri frullati secondo i vostri gusti. Potete sostituire lo yogurt con una manciata di spinaci crudi o di foglie di Kale.