Bauer a sostegno dell’eccellenza trentina

0
94

Dall’attenzione verso processi produttivi sostenibili, fino alle collaborazioni locali, Bauer si dimostra il miglior amico del territorio trentino

Il Trentino è un luogo magico, nel quale si respira tutta l’autenticità delle usanze del territorio, tramandate di generazione in generazione, unitamente a una buona dose di innovazione. Bauer ama profondamente la sua terra e lo dimostra giorno dopo giorno con azioni concrete e sostenibili.

“Sostenibilità è un principio che riguarda tutte le scelte dell’azienda – commenta Giovanna Flor, amministratore unico Bauer “dai processi produttivi, seguiti con cura artigianale, alla costante ricerca di metodi per il risparmio energetico e idrico, alla diffusione di modelli comportamentali etici che guardino ai nostri collaboratori e alle nuove generazioni, fino al sostegno e promozione di realtà locali affini ai company values dell’azienda”.

La collaborazione con lo Chef stellato Alfio Ghezzi, trentino doc, è un chiaro esempio della mission di Bauer. Una partnership di lunga data, che nasce da una visione comune di “fare cucina”, pensata come uno spazio di creatività e sperimentazione, capace di far comprendere realmente l’elevato livello di qualità degli ingredienti utilizzati, oltre che il sapore unico e la bontà che li contraddistingue. Tradizione, gusto, artigianalità e tanta innovazione: sono questi gli elementi che legano Bauer e lo Chef Ghezzi, con l’impegno comune di realizzare prodotti di qualità superiore che promuovano il benessere e la salute dei consumatori. Perché lo star bene, oggi come non mai, comincia proprio a tavola.

“Una stretta di mano che ha dato vita anche a Bauer Gourmet Lab, il laboratorio culinario di Casa Bauer, nato con l’ambizione di diventare un generatore di idee in ambito food, oltre che uno spazio di incontro e creatività” – aggiunge Flor, testimoniando così lo slancio innovativo che caratterizza l’azienda trentina. “Bauer però non si è fermata solamente al settore gastronomico, ma è andata oltre, abbracciando anche mondi apparentemente lontani da quello della buona cucina, come quello dell’arte.” – spiega l’amministratore unico.

Anche nell’arte, infatti, come per lo star dietro ai fornelli, le parole d’ordine sono sperimentazione, fantasia e originalità: un refrain capace di far viaggiare la fantasia e appagare i sensi.

Significativa, in questo senso, la collaborazione tra Bauer e Pietro Weber, poliedrico artista trentino capace di spaziare dalla scultura alla pittura, dall’arte povera alla public art, fino ad arrivare alle lavorazioni in ceramica, che per l’azienda ha realizzato una serie di opere accolte all’interno del nuovo edificio aziendale inaugurato nel 2012. Un progetto che sta particolarmente a cuore all’azienda trentina, da sempre in prima linea quando si tratta di sostenere le migliori realtà locali e promuovere i valori del territorio in tutte le loro mille sfaccettature, in particolare quando genesi e contenuti rappresentano forme di pura avanguardia.

“Ed ecco perché l’esposizione delle ultime opere di Weber al Ristorante Senso, il laboratorio culinario di Chef Alfio Ghezzi, incastonato presso il Museo di Arte Moderna di Rovereto, vuole rappresentare la sintesi di valori condivisi da Bauer, Ghezzi e Weber: cura, autenticità e avanguardia” – conclude Giovanna Flor.