Con un bagaglio di esperienze stellate, Alessio Magistro torna in Sicilia. É il nuovo pasticcere di Pepe Rosa

0
486

CAPO D’ORLANDO (ME) – La squadra di Pepe Rosa si completa e si rafforza con l’arrivo del pastry chef Alessio Magistro che, dopo un percorso di alta formazione con alcuni dei migliori pasticceri al mondo, tra cui Giuseppe Amato de La Pergola di Roma, ha fatto ritorno nella sua Capo d’Orlando. Ad accoglierlo nel ristorante di famiglia, i fratelli Antonio, Miriam e Manuela e i cognati Giuseppe Migliazzo e Valerio Pedalina.  

Al Ristorante Pepe Rosa, che da alcuni anni è diventato il punto di riferimento della ristorazione di alta qualità nel comprensorio nebroideo, tutto è pensato per offrire un’esperienza di fine dining di altissimo livello in un contesto di rara bellezza, affacciato sul mare di Capo d’Orlando, quello che ha ispirato il capolavoro del grande cantautore italiano Gino Paoli, l’indimenticabile “Sapore di sale”. La scelta della famiglia Magistro è chiara e i risultati sono già sotto gli occhi di tutti, dall’arrivo dello chef Domenico Perna, che ha dato la sua impronta al ristorante orlandino. A completare la squadra, l’atteso arrivo del pasticcere, diplomato Alma, che ha appena concluso un importante stage presso l’Enoteca Pinchiorri, 3 stelle Michelin, con il pasticcere Francesco Federici.

Ho avuto la fortuna di lavorare e di essere formato da alcuni dei grandi della pasticceria italiana, come Giuseppe Amato e Francesco Federici. Sicuramente significativa per la mia formazione è stata anche l’esperienza al Mediterraneo, il ristorante del Maxxi di Roma dove ho lavorato con Irene Tolomei, una delle più giovani pastry chef d’Italia approdata al ristorante Aroma, 1 stella Michelin di fronte al Colosseo – racconta Alessio Magistro che punta a regalare esperienze indimenticabili, spaziando tra materie prime d’eccellenza. “Amo le contaminazioni, la parte dolce dei nostri percorsi sarà sicuramente un’esperienza caratterizzata dalla presenza di materie prime provenienti da tutto il mondo. Ci sarà tanta Sicilia, ma non solo” – precisa il pastry chef orlandino.

I dessert contemporanei di Alessio Magistro traggono ispirazione dal connubio tra la Francia, patria dell’alta pasticceria, e la Sicilia che offre uno dei panieri di materie prime più interessanti al mondo.

I dolci nascono dall’esperienza, dal viaggio, dal ricordo per appagare i cinque sensi, non solo il gusto. “Li penso, li metto su un foglio proprio come fossero un progetto. Cerco di stare al passo con i trend del mercato e gioco spesso con i contrasti di consistenze e di sapori”, spiega Magistro.

Tantissima cura e attenzione viene riservata alla presentazione dei dessert di pasticceria contemporanea. Così l’intramontabile cheesecake viene reinterpretata in maniera attuale e presentata con una veste nuova, impreziosita dall’Aperol e dal lemongrass mentre la frutta di stagione e gli agrumi sono protagonisti con insoliti abbinamenti. La pera incontra macadamia e rosmarino; il limone si sposa con limoncello e meringa mentre il cioccolato stupisce in abbinamento al mandarino e al latticello. I golosi petit four completano l’esperienza…

PEPE ROSA

Il Ristorante Pepe Rosa nasce nel 2016 a Capo d’Orlando, in provincia di Messina, dall’idea imprenditoriale di Antonio Magistro che sogna di portare un elemento di novità nel panorama dell’alta ristorazione orlandina.

Nel giugno del 2018, il ristorante si trasferisce dal centro della cittadina al moderno porto turistico di Capo d’Orlando Marina, appena inaugurato, diventando così punto di riferimento non solo per gli orlandini ed il comprensorio tirrenico e nebroideo, ma anche e soprattutto per i turisti e i fruitori del porticciolo che ormeggiano lì le loro imbarcazioni.

Il locale moderno e raffinato e l’affaccio sullo splendido mare della costa tirrenica creano la cornice perfetta per trascorrere dei magici momenti dinnanzi a piatti che nascono con la voglia di stupire. La cucina, infatti, punta da subito ad un’offerta di fine dining che si completa grazie all’attenta selezione di vini d’eccellenza. La cantina a vista, che conta 650 referenze, è in costante crescita e a breve il ristorante subirà un restyling che renderà ancor più contemporaneo il design e l’architettura degli interni. La futuristica cantina, a temperatura controllata, che verrà realizzata all’interno del locale, potrà contenere oltre 4000 bottiglie, e ci sarà uno spazio dedicato ad ospitare esclusive degustazioni in un tavolo/ consolle che scende dal soffitto.

Un servizio attento e scrupoloso, un menù sempre in movimento, una carta dei vini che continua ad arricchirsi con prestigiose etichette italiane e internazionali sono i punti di forza di Pepe Rosa. Il Ristorante conta circa 30 coperti nella sala interna. Nella bella stagione i coperti sono più che triplicati grazie allo spazio esterno che si affaccia sull’incantevole mare di Capo D’Orlando.

UN’IMPRESA DI FAMIGLIA

Il ristorante Pepe Rosa è guidato in prima persona da Antonio Magistro con le sorelle Miriam e Manuela, il fratello pastry chef Alessio, i cognati Giuseppe Migliazzo (responsabile della cantina) e Valerio Pedalina (cuoco).  Il forte legame familiare, l’energia di una squadra affiatata, la passione e la voglia di fare qualcosa di bello per il territorio sono gli elementi che hanno decretato da subito la fortuna di questa giovane attività.

LA CUCINA

Lo chef del ristorante è Domenico Perna, 28 anni, originario di Patti, che porta con sé l’esperienza maturata da Londra a Positano, da Ginevra a Lugano, fino al ritorno nella sua Sicilia dove ha affiancato gli chef stellati Pietro D’Agostino al ristorante La Capinera (1* stella Michelin) di Taormina e Giuseppe Biuso al Ristorante Il Cappero (1* stella Michelin) del Therasia Resort di Vulcano. Ad affiancare Perna il sous chef Valerio Pedalina.

Il pastry chef di Pepe Rosa è Alessio Magistro, diplomato all’Alma, che dopo un percorso di alta formazione con alcuni dei migliori pasticceri al mondo, tra cui Giuseppe Amato de La Pergola di Roma, e uno stage all’Enoteca Pinchiorri, 3 stelle Michelin, con il pasticcere Francesco Federici, ha fatto ritorno nella sua Capo d’Orlando. Significativa nella sua formazione anche l’esperienza maturata al Mediterraneo, il ristorante del Maxxi di Roma con Irene Tolomei, una delle più giovani pastry chef d’Italia.

La cucina di respiro internazionale si nutre di viaggi e contaminazioni, di ricerca e grande tecnica, di materie prime d’eccellenza provenienti, non solo dalla Sicilia, ma selezionate in tutto il mondo. La clientela è internazionale; la scelta è quindi quella di non proporre solo una cucina territoriale ma di ricercare i migliori ingredienti del globo, con un occhio sempre attento alla stagionalità.

Con i nostri piatti vogliamo rompere gli schemi della cucina tradizionale, accogliendo colori e sapori da tutto il mondo, mescolando elementi della terra e del mare per una cucina Pop” – afferma lo chef.

I percorsi degustazione sono quattro: GEA da 5 portate dedicato a carne e vegetali; D’AMARE da 5 portate a base di pesci e crostacei; ATTRAVERSO IL MIO GUSTO da 6 portate con i signature di Pepe Rosa tra passato, presente e futuro, reinterpretati e rinnovati dallo chef; A TE da 8 portate in cui l’esperienza parte dal viaggio, raccontando itinerari, suggestioni, sapori e tecniche provenienti da tutto il mondo.