I nuovi Sommelier di Dadi, per conoscere le mille sfumature dei Dadi Bauer

0
254

Sono trascorsi oltre 90 anni da quando i Dadi Bauer, gli iconici cubetti versatili e ricchi di gusto, sono entrati – per rimanervi – nelle cucine e nel cuore degli italiani. La vita dell’azienda trentina, nata nel 1929, è ricca di storia, di tradizione, ma anche di una costante trasformazione.


Fin dalla nascita l’evoluzione di Bauer non si è mai arrestata, testimoniando l’innata capacità dell’azienda di abbracciare nuove opportunità. Lo dimostra anche la più recente iniziativa intrapresa dall’azienda: il Corso di Analisi Sensoriale organizzato dal Centro Studi Assaggiatori soc. coop., presso la sede aziendale di Bauer.

Un’occasione speciale proposta dall’azienda ai collaboratori, in particolare al team di produzione e di ricerca e sviluppo, per consentire loro di evolvere nella professione ed acquisire nuove skills. Come? Attraverso lezioni pratiche e teoriche con degustazioni guidate e l’apprendimento di un pensiero scientifico dell’analisi sensoriale. Saper riconoscere un prodotto, distinguerne le materie prime, la sapidità, le note aromatiche, le nuances olfattive e la consistenza è fondamentale, ma è altrettanto importante saperlo comunicare. A tal fine anche l’area vendite e marketing ha potuto partecipare alle lezioni, approfondendo gli aspetti descrittivi e semantici, funzionali allo sviluppo di uno storytelling coinvolgente ed appropriato sulla degustazione e sui preparati alimentari Bauer. Il corso, della durata di 8 ore, presieduto dai docenti Luigi Odello e Gian Paolo Braceschi del Centro Studi Assaggiatori, rientra nell’ambito del Family Audit e più in generale della sostenibilità sociale secondo Bauer.


Conseguita nell’anno 2016, la certificazione Family Audit premia Bauer per le politiche di conciliazione lavoro-famiglia e welfare aziendale. Tra le iniziative sostenibili: l’introduzione di orari lavorativi flessibili, la promozione di una comunicazione più efficiente all’interno del team, ma anche l’invito rivolto ai collaboratori a partecipare ad eventi ed iniziative aziendali per conoscere in modo più approfondito la filosofia e lo schema lavorativo dell’azienda. Perché – Bauer ne è convinta – più si apprende del proprio lavoro, più il livello di soddisfazione, e di conseguenza anche la produttività e l’identità aziendale, incrementa.


Il Corso di Analisi Sensoriale s’inserisce, dunque, perfettamente nell’ottica della sostenibilità aziendale che ogni anno Bauer promuove attraverso consistenti investimenti in formazione e ricerca e proposte rivolte a tutti i dipendenti. Tra i vantaggi di quest’ultima iniziativa, la possibilità per i collaboratori di sviluppare nuove attitudini e passioni, nonché di conoscere in modo approfondito ogni sfumatura dei Dadi Bauer. Un modo entusiasmante per acquisire al contempo il titolo di Sommelier, Critici e Assaggiatori di dadi.