Il 10 giugno si celebra il World Gin Day 2023 e Sabatini Gin

0
270

I SIGNATURE COCKTAIL COME STORIE NEL BICCHIERE

Il premium gin toscano celebra la ricorrenza con quattro signature cocktail

Cortona (AR), giugno 2023 – Il 10 giugno si celebra il World Gin Day 2023 e Sabatini Gin si prepara a festeggiare con un poker di ricette create insieme dall’ambassador Mattia Lotti. V
eri e propri racconti nel bicchiere studiati per esaltare le botaniche tutte italiane di Sabatini e portare nelle case dei gin lover e dei neofiti ricette fresche e sofisticate. Da condividere nelle calde sere d’estate dall’aperitivo al dopocena, i cocktail Sabatini per il gin day raccontano la Toscana e la sua la ricchezza naturale fatta di sapori e aromi inconfondibili.

Sabatonic 
60 ml Sabatini Gin 
Acqua Brillante a riempire  
Garnish salvia

Un grande classico, oltre che il what else? dei gin lover. Sabatini Gin lo abbina ad Acqua Brillante, emblema di tradizione ed intensa freschezza. La salvia è tra gli ingredienti presenti nel London Dry Gin Sabatini e come garnish di questo perfect serve esalta tutta la balsamicità intensa delle botaniche. 

Beetini’s Knees 
45 ml Sabatini Gin
15 ml Miele alla salvia
22 ml Succo di limone
Essenza di lavanda 

Rivisitazione in chiave estiva di un grande classico dell’era del proibizionismo con lavanda, limone e salvia. Da shakerare, filtrare e versare in una coppa Nick & Nora. A chiusura aggiungere essenza di lavanda. 

Summer is all over us 
30 ml Sabatini Gin
15 ml Vermouth Extra Dry
15 ml Mirto Bianco
30 ml Bitter
Scorza di limone 

Dedicato a chi preferisce un gusto deciso dato dal Vermouth e dal bitter ma delicato e vellutato grazie al mirto bianco. Un tributo a ‘L’estate addosso’ di Jovanotti, con cui Sabatini condivide le origini cortonesi.

Thyme Me Up
40 ml Sabatini Gin
20 ml Cordiale al timo Soda al pompelmo rosa a riempire

Ideale per chi ricerca un cocktail fresco, aromatico e bilanciato.
Facile e veloce da preparare con tecnica stirring versando cioè gli ingredienti direttamente nel bicchiere o in un mixing glass per essere mescolati con uno stirrer.



Un pò di storia…

Era il 2015 quando è nato il loro Gin. Con una struttura estremamente snella e al tempo stesso dinamica, le prospettive di espansione dei Sabatini si basano su un modello economico totalmente sostenibile, modello che li ha portati a farsi conoscere velocemente e a svilupparsi anche oltre confine.

Sono quattro i componenti dei due rami della famiglia Sabatini a cui si deve la creazione del Sabatini Gin: Filippo, Enrico, Niccolò e il padre degli ultimi due, Ugo. Da generazioni hanno messo radici nei pressi di Cortona, dove si trova il “buen retiro” di famiglia, il punto di raccordo dei loro legami. Si può dire che sia stato d’ispirazione per congiungere l’amore per questa terra e lo spirito imprenditoriale. Spirito nel senso lato del termine perché la passione per i distillati arriva da lontano, quando nel 1922 Guglielmo Giacosa, nonno materno di Ugo Sabatini, fu trasferito in Bolivia per gestire lo stabilimento Cinzano, e fu uno dei pochi depositari della ricetta segreta del Vermouth Cinzano.

La dolce campagna toscana è il luogo di nascita di Sabatini Gin; qui si trovano il ginepro e le radici dell’Iris fiorentino necessari alla sua produzione. Con questo progetto, la famiglia di imprenditori ha voluto combinare un distillato italiano, con i sentori delle botaniche toscane, alla lunga tradizione della distillazione inglese, creando il primo London Dry Gin dallo spirito toscano.

Lo split delle vendite di Sabatini Gin sui mercati nel 2019 si divide tra il 65% in Italia e il 35% all’estero. I paesi in cui è presente sono Italia, Germania, Inghilterra, Svizzera Tedesca, Danimarca, Repubblica Ceca, Hong Kong, Singapore, Giappone, Cambogia, Thailandia, Vietnam, Myanmar, Repubblica Ceca, Australia ed America.

Tra gli ultimi riconoscimenti, Sabatini Gin è stato premiato con la medaglia d’argento ai World Gin Awards 2023, competendo per il mercato UK. Nel 2022, inoltre, Sabatini Gin è stato incluso da Forbes Italia tra le 100 Eccellenze Italiane del Food & Beverage, venendo selezionato tra gli esempi virtuosi del Made in Italy nella categoria “Drink”.

Recentemente, la famiglia ha inoltre allargato il proprio raggio di azione in nuovi mercati, come quello dell’olio di alta gamma, con Sabatini Olio, un Olio Extra Vergine d’Oliva, prodotto unicamente da oliveti secolari delle proprietà Sabatini, che vuole seguire le stesso orme del gin, espandendosi a livello globale.