Non potremo piú dire “sciolto come un gelato al sole”!

0
2042

Alimento per eccellenza dell’estate è il gelato. I gusti alla frutta sono un’ottima merenda per i bambini e sono un valido sostituto dei pasti per coloro che sono attenti alle calorie, i gusti alle creme, inutile dirlo, sono per i piú golosi, che non rinunciano a dolci sostanziosi ma hanno bisogno di combattere la calura estiva.

Ma con il gelato, proprio d’estate si combatte: vestiti macchiati dalle gocce che cadono, dita appicciose per il cono su cui le deliziose palline si sciolgono…

…ma forse il Giappone ci viene in aiuto!

Il Biotherapy Development Research Center ha iniziato a produrre e vendere gelati che non si sciolgono a circa quattro euro (piú il costo del biglietto per raggiungere il Giappone…ma se avete giá programmato le vacanze nel paese del Sol Levante non potete non provarlo)

Un gruppo di ricercatori giapponesi, infatti, avrebbe scoperto, in modo del tutto casuale, un gelato che non ha paura del caldo!

Per un altro esperimento che stavano conducendo, gli studiosi del centro di ricerca bioterapica di Kanazawa hanno chiesto a uno chef di pasticceria di preparare un dolce che contenesse i polifenoli, delle molecole allo stato liquido estratte dalla frutta come le fragole, quindi del tutto naturale e non nociva.

Il pasticcere a cui è stato richiesto il dolce ha comunicato al centro di ricerche che non appena aggiunto il polifenolo della fragola alla torta che stava realizzando, questa si è solidificata istantaneamente. Questo ha suggerito ai ricercatori che i polifenoli potessero avere anche un’altra caratteristica: rendere il gelato molto piú resistente al calore.

Il polifenolo liquido ha la capacità di tenere legati molto saldamente l’acqua e l’olio nella crema del gelato, per cui i composti realizzati con questo ingrediente resisteranno molto più a lungo al calore e all’esposizione al sole permettendo al gelato di mantenere la sua forma classica, come appena uscito dal congelatore, per un tempo molto più lungo, sciogliendosi più lentamente.

Il giornale locale giapponese “Rocket News24” avrebbe sperimentato la scoperta “sul campo”: un loro giornalista avrebbe esposto al caldo (28° gradi) un gelato preparato con il polifenolo per verificarne la resistenza; dopo cinque minuti esatti sotto il sole, il prodotto sarebbe rimasto perfettamente uguale all’inizio per quanto riguarda la forma, il gusto e la freschezza al palato.