Piccione speziato, un secondo che stupisce

0
1545

Per gli antichi il piccione era una prelibatezza degna di faraoni,
imperatori e sovrani. Gli Egizi furono i primi ad allevarlo ed a inserire
lo stufato di piccione nei loro menu. Appartenente alla famiglia dei colombidi,
il piccione ha una carne molto saporita e molto tenera.
La polpa è davvero squisita, si consiglia di prepararla senza troppi intingoli.
Il modo migliore per cucinarlo è aprirlo e friggerlo con burro, o con olio d’oliva o una miscela di entrambi. Se si cuoce intero può anche essere farcito e arrostito;
se viene preparato solo il petto, conviene bardarlo con la pancetta o con il lardo per insaporirlo e mantenerlo umido.

Ingredienti
per 4 persone
4 piccioni
3 cucchiaini di cannella
2 cipolle
olio extravergine d’oliva
1 barattolo di pelati sgocciolati
2 cucchiai di passata di pomodoro
vino bianco
sale e pepe

Come si prepara
Salate, pepate e cospargete con un po’ di cannella i piccioni, puliti e fiammeggiati.
Rosolate le cipolle tagliate in quattro parti in una teglia per 15 minuti.
Aggiungete i pelati, la passata, la cannella rimanente ed il vino, mescolate, unite i piccioni e fate cuocere con coperchio, a fuoco lento, per circa 30 minuti.
Terminate la cottura senza coperchio per ottenere un sugo denso.