Pietro Leeman e la sua stella vegetariana

0
1136

 

Scopriamo lo chef che per primo ha portato la cucina vegetariana alla conquista delle stelle Michelin, infatti il suo ristorante ha ottenuto la stella Michelin per la cucina di grande qualitá. Gli ispettori della guida Michelin lo descrivono cosí: Piatti che lasciano sempre trasparire la loro essenza, nel colore, nel gusto, nella consistenza, nonché nella presentazione. O per meglio dire, utilizzando le parole stesse dello chef , “il riassunto di una ricerca dove gli ingredienti della cucina mediterranea si incontrano con le culture del mondo, una scelta naturale e senza carne, una filosofia alimentare dove la natura viene accolta e rispettata”… Cullati da un dolce sottofondo di suoni melodiosi, in un ambiente dalle linee pure.”

Ma conosciamo un po’meglio questo grande chef.

Nato in Svizzera nel 1961 scopre da subito l’amore per la terra e i suoi prodotti giocando nell’orto di famiglia a Minusio. Sempre in bilico tra la terra e il cielo, riflessivo e interessatissimo alla spiritualitá a quindici anni fará l’incontro che gli cambia la vita con lo chef Angelo Conti Rossini che sará suo mentore accanto a Fredy Girardet, Michel Colin, Gualtiero Marchesi.

Diventa vegetarano nel 1985 considerando questa scelta un’evoluzione dell’alimentazione verso se stessi e verso il pianeta, l’anno successivo parte per l’oriente in cerca di risposte spirituali e torna arricchito di grandi idee e ideali.

Tra il 1989 e il 1990 comincia la grande avventura: apre il “Joia” a Milano.

Leeman ricorda che il ristorante fatica a decollare per le idee all’avanguardia su tempi ma la sua fama cresce, scrive libri e viene sempre piú apprezzato nell’ambiente.

Nel 1996 arriva la stella Michelin, unico ristorante stellato vegetariano della ristorazione italiana.

In una recente intervista rilasciata alla Stampa Leeman afferma di vivere la sua scelta vegetariana come una rivoluzione fatta propria oggi anche dalle generazioni moderne, dettata da una maggiore attenzione alla loro relazione con il pianeta, relazione che migliora a partire dalla scelta del cibo. Una strada che coinvolge ecologia e tutela del pianeta. Afferma che “Prima dobbiamo cambiare noi, poi provare a cambiare e vedere cosa succede in noi. Il cibo, quello che mettiamo nel nostro corpo, è un fondamentale punto di partenza. Noi diventiamo quello che mangiamo. Ma capirlo è un aspetto rivoluzionario”. Oggi tutto questo è aiutato dal fatto, continua nell’intervista, che la qualità dei cibi vegetariani è cresciuta, oggi è piacevole e golosa. Chi vuole diventare vegetariano oggi sa che puó facilmente unire salute e piacere.

Forte delle sue convinzioni Leeman ha fondato il Joia Academy, un istituto indipendente fondato con l’intento di divulgare i valori della scienza vegetariana, sviluppata da un punto di vista alimentare, filosofico, sociale, salutare, psicologico e agricolo.

Attraverso un ricco programma di corsi pratici e teorici aperti al mondo dei professionisti e degli appassionati, l’Academy si presenta come lo strumento ideale per riuscire a realizzare una cucina sana e adatta a questo presente. Per informazioni http://www.joia.it/joia-academy-programma-corsi-di-cucina/