Sommelier d’olio extravergine in Sicilia

0
1123

Si è tenuto a Palermo il primo corso per i sommelier dell’olio, organizzato nei mesi scorsi dalla Fondazione Italiana Sommelier Sicilia, che ha formato una figura che al sud è ancora poco conosciuta, i diplomati hanno già strappato un piccolo record, sono i primi sommelier siciliani dell’olio. La qualifica permetterà di portare la loro esperienza all’interno di aziende del settore gastronomico, strutture ricettive di alto livello, ristoratori e produttori per promuovere l’oro verde siciliano, ingrediente principe della dieta mediterranea.

I primi venti diplomi sono stati consegnati dal sindaco Leoluca Orlando che ha espresso il suo apprezzamento per l’iniziativa, prima e unica in Sicilia, dichiarando che «professionalità e passione sono il connubio vincente per raccontare la nostra regione».

La Sicilia è la terza regione italiana per produzione di olio, dopo Puglia e Calabria. L’Isola nel 2016 ha ricevuto il riconoscimento Igp, indicazione geografica protetta, un biglietto da visita per le aziende produttrici che potranno commercializzare meglio un’eccellenza tutta siciliana. Ogni anno, infatti, vengono prodotte circa 50 mila tonnellate di cui solo il 10% è destinato all’esportazione, il resto serve a soddisfare la domanda interna. Ma con il marchio Igp le aziende siciliane potranno avere una marcia in più sui mercati esteri. La Commissione europea, infatti, ha accolto la domanda presentata dall’Italia per tutelare l’olio extravergine proveniente dagli uliveti siciliani e il riconoscimento premia il lavoro giornaliero dei produttori.

A Marzo partirá a Catania un nuovo corso “Somelier dell’Olio Extravergine di Oliva” organizzato da AISO – Associaizone Italiana Sommelier Olio. Tutte le info su www.fondazionesommeliersicilia.it