Strudel di pasta matta al Trentingrana con verdure d’inverno e fonduta di Fontal

0
100

Squisita cremosità trentina

Il Re della cucina trentina: lo Strudel! Tutti lo abbiamo provato almeno una volta, come colazione o come spuntino. Sapevate però che ne esistono tantissime varianti rispetto alla versione tradizionale a base di mele, alcune addirittura salate? Silvia, @dolcimariemonti, ne ha preparata una cremosa versione a base di Trentingrana, verdure d’inverno e fonduta di Fontal. Uno squisito antipasto, un secondo piatto sfizioso o un piatto unico leggero, a seconda dei gusti personali.

Per arricchire il cuore del ripieno, Silvia ha utilizzato il Dado Vegetale Bauer, bontà naturale a base di verdure selezionate ed olio extra vergine d’oliva, capace di donare a questo Strudel salato un tocco ancora più green!

Scoprite la ricetta!

INGREDIENTI:

Per la pasta matta:

250 g Farina 00

2 cucchiai di Olio di semi

2 cucchiai di Trentingrana

140 circa di acqua tiepida

Per il ripieno:

1 Dado Vegetale Bauer

300 g zucca

200 g patate

1/2 radicchio rosso tardivo

200 g cavolo nero 

1 porro piccolo

Rosmarino

Olio Extra Vergine di Oliva

Sale e pepe

1 uovo

4 noci

semi di lino/zucca

Per la fonduta:

300 g Fontal

100 g panna fresca

Procedimento:

In una ciotola unite la farina, il sale e il Trentingrana, poi aggiungete l’olio e l’acqua tiepida.

Continuate ad impastare sul piano fino ad ottenere una pasta morbida, non appiccicosa ed elastica.

Quindi, formate un panetto, cospargetelo con olio e copritelo con della pellicola, poi lasciate riposare minimo 30 minuti.

Mondate e tagliate a cubetti la zucca e le patate, poi mondate e tagliate a pezzetti il cavolo nero e il radicchio.

Procedete stufando con un filo d’olio EVO il porro affettato, prima di unire le patate, la zucca e il cavolo nero. 

Aggiungete ora il Dado Vegetale Bauer, e continuate a cuocere con dell’acqua.

Unite quindi il radicchio tardivo, poi salate, pepate e completate con rosmarino tritato finemente.

Lasciate raffreddare il ripieno.

Step successivo: infarinate un canovaccio e il mattarello e stendete la pasta matta sottile, dandole una forma rettangolare e tagliando i bordi in eccesso.

Distribuite ora il ripieno sulla superficie della pasta, lasciando libero alcuni centimetri dal bordo esterno.

Arrotolate lo strudel, aiutandovi con il canovaccio, e sigillatelo bene.

Quindi adagiatelo delicatamente su una teglia rivestita con carta forno, con l’apertura verso il basso.

Spennellate tutta la superficie con l’uovo sbattuto, cospargete con i semini  e le noci tritate e cuocete in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 45/50 minuti circa, fino a doratura.

In seguito, portate a bollore la panna, toglietela dal fuoco ed unite il Fontal tagliato a dadini. Poi mescolate, fino ad ottenere un composto cremoso. 

Per concludere, sfornate lo strudel, lasciate intiepidire, tagliate a fette e servite sulla fonduta di formaggio.

Buon appetito da Bauer!