Nuovi Beer Firm nel panorama delle birrerie artigianali italiane

0
1106

 

La Yalkys di Pesaro è nata da poco, aprile 2016, ed é una beer firm con grandi ambizioni!

Creano le ricette e ricercano personalmente le materie prime che ritengono piú interessanti, al momento si appoggiano ad un birrificio per la realizzazione del biondo nettare ma il progetto è diventare loro stessi un micobirrificio.

Il birraio è Massimo Fabbri, che si cimenta con la birra dal 1998 e che recentemente ha deciso di compiere il grande salto e misurarsi nel mondo dei professionisti.

Il loro sogno è riuscire sempre piú ad appassionare le persone alla buona birra artigianale.

Tutte le ricette delle loro birre nascono da una passione profonda, unita a una scrupolosa ricerca di profumi e sapori nascosti nelle materie prime migliori. Selezionano luppoli da ogni parte del mondo e li combinano con gli aromi dei malti e la forza dei lieviti.

Le loro birre:

Kapadueo

 

Birra ad alta fermentazione, colore giallo dorato, profumo intenso, ma raffinato con note fruttate dell’albicocca, della pesca e dell’ananas, intrecciate ad agrumi, mandarino e arancia, e a una leggera sfumatura erbacea. Il malto offre un tocco di miele d’acacia, vaniglia e nocciola. Schiuma, bianca e persistente, dal sapore intenso con un taglio amaro nel finale. Ha un corpo leggero, che la rende molto beverina. Si ispira alle Kolsch di Colonia, che cominciarono ad avere notorietà tra la fine dell’800 e i primi anni del 900: solo le birre prodotte all’interno delle mura cittadine potevano fregiarsi di quel nome. Queste birre hanno la loro particolarità nel lievito: un ceppo ad alta fermentazione che racchiude sia le caratteristiche di una lager, sia quelle di una ale.

Sesto Senso

Birra ad alta fermentazione, ispirata alle American Pale Ale (A.P.A.). Colore ambrato, schiuma color avorio dalla consistenza molto fina, ma allo stesso tempo persistente e aderente. Profumo complesso, con una fine essenza tropicale di mango, melone e frutti rossi, un deciso agrumato di pompelmo e arancia e un intenso speziato da luppolo resinoso, terroso e ribes. Equilibrata dal malto che le dona una dolce percezione di caramello, noce e nocciola. Ha un corpo medio. Le American Pale Ale sono una derivazione delle Indian Pale Ale, stile che fa la sua comparsa nel 1700 nel periodo coloniale inglese e nasce dall’esigenza dell’Impero di rifornire di birra le proprie colonie di stanza in India. Le American Pale Ale, stile contemporaneo, si differenziano per un uso di luppoli americani, un grado di amaro leggermente più basso e una densità iniziale solitamente inferiore.

Soul Wheat

Birra corposa di colore giallo oro intenso arricchita da iridescenze lattee. Schiuma bianca, fine ma persistente. Profumo penetrante, frutto di un complesso e sapiente equilibrio tra elementi diversi, emana raffinati effluvi di albicocca e frutta acerba, un pungente agrumato di lime e pompelmo e uno speziato da luppolo. Gusto intenso, con dolci tracce di vaniglia e richiami erbacei di chinino e rabarbaro. Ispirata allo stile delle recenti American Wheat Ale, birre californiane di fine anni ottanta. Tratto caratterizzante di queste birre è la somiglianza con la ricetta delle Weizenbier, dalle quali si differenziano, peró, a causa del lievito, neutrale o comunque poco caratterizzante.