È il Pirlo il cocktail piú amato dal New York Times

0
973

Il New York Times ha eletto cocktail dell’anno un prodotto italiano, chi siamo noi per dargli torto?

E allora ecco che sale sul podio il “Pirlo” il cugino bresciano dello Spritz. Ma come ha fatto questo semplice aperitivo ad arrivare fino alla grande mela? È successo grazie a Damiano Abeni, storico traduttore di poesia americana, e redattore di Nuovi Argomenti oltre che marito della poetessa Moira Egan. Lui è il bresciano doc che, a Roma, ha presentato alla Schaap l’arte del Pirlo e dell’aperitivo.

La ricetta del Pirlo è molto semplice: 1 parte di Campari + 2/3 parti vino bianco frizzante (ma assolutamente bandito il prosecco), 1 fettina di arancia succosa.

Proprio questa semplicitá che ha portato alla scelta di questo aperitivo «Il significato del momento dell’aperitivo non è ubriacarsi ma godersi un momento di riflessione» commenta la giornalista americana.

È piaciuto anche perché é un drink social: non è troppo alcolico da far deragliare la conversazione e non è troppo lungo per non ordinarne un altro.