Port Wine Cobbler, un long drink a base di porto

0
616

Il porto è protagonista del Port Wine Cobbler, un long drink unico.
Se cercate sul dizionario, troverete che in inglese abbiamo “to cobble” per rappezzare, rattoppare, mentre “cobbler” sta per calzolaio, certamente non si tratta di un nome
usuale per una bevanda.
Anche se, per preparare i cobbler di frutta, di impegno ce ne vuole tanto:
la frutta va disposta in maniera decorativa e bisogna ingegnarsi provando e riprovando, facendo e disfacendo, tornando a correggere e infine rattoppando alla meglio la composizione che deve essere un piccolo capolavoro, un colorato mosaico capace di incantare gli occhi e il palato.

Ingredienti
ghiaccio spezzettato
2 cl di Curaçao bianco
2 cl di Kirsch
2 cl di sciroppo di granatina
porto quanto basta per completare
frutta a fette (Banana, ciliegie, mandarino)

Come si prepara
Riempite fino a metà di ghiaccio spezzettato un bicchiere da cobbler, aggiungete il Curaçao, il Kirsh, la granatina e mescolate bene. Disponete la frutta nel bicchiere e completate con il porto. Servite la sera con una cannuccia e una forchettina